La Riproduzione

Allevare ma soprattutto SELEZIONARE non è tanto semplice come sembra.
Tante anzi TROPPE persone pensano che allevare significa semplicemente mettere insieme un maschio e una femmina ma … non è proprio così.
Di primaria importanza è la scelta dei RIPRODUTTORI sia maschi (stalloni) che femmine (fattrici), dato che il patrimonio genetico viene trasmesso in misura equivalente .
Devono essere soggetti che rispecchiano lo Standard, che non abbiano difetti morfologici ma soprattutto che NON generino soggetti con difetti morfologici o deviazioni dallo Standard, di buon carattere, non eccessivamente timidi o nervosi, rischieremo di avere magari bellissimi cuccioli ma isterici!!!!!!!!!!

Non sempre un buon soggetto, anche con ottime qualifiche in esposizione, non è portatore di tare genetiche. Per esempio maschio e femmina con dentatura perfetta possono generare figli con dentatura scorretta, perchè questo problema o meglio TARA, è presente nel loro bagaglio genetico.

Anche per questo è di fondamentale importanza l’osservazione nei pedigree delle linee di sangue e andando indietro nella loro genealogia si troveranno magari soggetti che hanno segnato la storia della razza, fortemente tipici e perchè no anche grandi campioni ma  purtroppo anche questo non basta … Bisogna tener conto che anche soggetti molto tipici, possono essere fenotipi e non genotipi e questo un buon allevatore può capirlo SOLO con il tempo e con una attenta e soprattutto obbiettiva valutazione delle cucciolate.

Se ci accorgiamo che lo stallone o la fattrice trasmettono caratteri (morfologici o comportamentali) non adatti a rappresentare la razza, bisogna per la salvaguardia della stessa, eliminare dalla riproduzione il soggetto, sarebbe utile sterilizzare lo stesso per evitare accoppiamenti indesiderati.

Non stancatevi e non pensate che sono logorroica ma… solo che amo molto la razza e cerco con informazioni utili e veritiere di salvaguardarla!!!!!!!!!!!!!!

LO STALLONE

Dovrebbe essere un ottimo cane da esposizione che magari ha anche generato soggetti promettenti da show e quindi potremo con cautela definirlo GENOTIPO ma un ottimo stallone non può fare miracoli!!!!!!!!!!!!!!! Quindi per ottenere soggetti di una certa qualità la fattrice deve essere di pari requisiti.

LA FATTRICE

Come buona riproduttrice deve rispecchiare lo standard,dovrà essere di sana e robusta costituzione ma non fuori taglia ( non deve superare i 3.172 kg), per evitare appunto che la sua prole sia fuori taglia ma non deve neanche essere troppo piccola ( sotto i 2,500 kg)perchè non solo potrebbe generare soggetti troppo piccoli e magari affetti da NANISMO ma SOPRATTUTTO per la salute della femmina stessa che, se di ridotte dimensioni potrebbe avere problemi di parto, quindi bisognerebbe ricorrere al “taglio cesario” e problemi post parto.

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...