Igiene Orale Yorkshire Terrier

L’igiene orale nel cane è importante quanto in umana peccato che pochi si soffer,ano su quello che a volte sembra uno stupido dettaglio puramente estetico ma che in realtà puo portare a problemi molto più gravi di quanto possiamo pensare!!!

Ha il tartaro perché? L’alito ha un odore cattivo … perché? Queste le domande più frequenti ma  … se non ci lavassimo i denti come sarebbero i nostri denti????

Lavare i denti del vostro amico a quattro zampe potrebbe sembrare un’operazione superflua ma invece è ancora più importante che tener loro lungo il mantello…. Pensate ad una bellissima donna dai capelli lunghissimi e fluenti e i denti gialli e pieni di tartaro? Contraddittorio vero?!

Ma lasciando in secondo piano la parte estetica vorrei in questo articolo chiarire i motivi per cui è di vitale importanza lavare i denti al cane
l’ igiene dentale è molto importante, perché evita la proliferazione batterica all’interno del suo cavo orale che riduce drasticamente il rischio che contragga diversi tipi di patologie, come ad esempio carie, gengiviti, tartaro e placca  .

l’80% dei cani soffre di patologie gengivali o di altri problemi dentali, a partire dai tre anni di età.

L’igene dentale è dunque un buon modo per proteggere il suo stato di salute generale.

QUALI FATTORI INFLUENZANO LO SVILUPPO DELLA MALATTIA PARODONTALE?

Numerosi fattori giocano un ruolo nella formazione della placca, tartaro, e lo sviluppo della malattia paradontale. Questi includono:

  1. L’età e lo stato di salute generale: la malattia paradontale colpisce più comunemente animali più vecchi.
  2. Dieta: vari studi dimostrano che il cibo secco (crocchette) possa essere più utile del cibo umido nel prevenire l’accumulo di placca sul dente; l’abitudine del cane di masticare “giochi-commestibili” possono aiutare nella prevenzione
  3. La razza e l’allineamento dei denti: i cani di piccola taglia e le razze brachicefale sono spesso più a rischio di malattia paradontale, dal momento che hanno denti molto più ravvicinati fra loro, cosa che si traduce in un maggior accumulo di placca.
  4. Cura quotidiana dell’igiene orale: la spazzolatura regolare dei denti del cane può ridurre notevolmente l’accumulo di placca e lo sviluppo di tartaro, riducendo così il rischio di malattia paradontale.
  5. Bocca-ambiente: i cani che respirano molto a bocca aperta tendono ad avere un tartaro molto tenace per la continua disidratazione del cavo orale. In generale, poi, più acida risulta essere la saliva e più rapida risulta essere la formazione della placca. Il numero ed il tipo di batteri presente nel cavo orale influenza poi in modo sostanziale l’evoluzione della malattia paradontale.

Vediamo nel dettaglio quali sono le principali patologie che possono colpire la dentatura dei nostri cani.

Le malattie dentali del cane

Ecco un elenco con le principali malate dentali del cane, descritte brevemente a livello eziologico:

Alitosi: i batteri rilasciati dal cibo in decomposizione provocano gengiviti e infezioni del cavo orale, contribuendo all’insorgenza dell’alito cattivo;

Gengivite: è un’infiammazione delle gengive causata dai batteri rilasciati dal cibo rimasto tra i denti, che a volte provoca il loro sanguinamento;

Placca e tartaro: composta da particelle di cibo e saliva, la placca è una  patina appiccicosa che si forma sui denti. Se non la si elimina definitivamente si trasforma in tartaro, che può coprire l’intero dente, e che può nascondere un’infezione sottostante;

Ascesso: un’infezione localizzata attorno alla radice del dente, che crea un gonfiore della mandibola, al cui interno si nasconde in genere della materia purulenta;

Parodontite: se tartato e problemi alle gengive non vengono curati si possono trasformare in parodontite, cioè  una forma di gengivite molto grave, che causa la perdita di denti e di tessuto osseo; inoltre può provocare gravi infezioni a fegato, cuore e polmoni.

Cura quotidiana dell’igiene orale: la spazzolatura regolare dei denti del cane può ridurre notevolmente l’accumulo di placca e lo sviluppo di tartaro, riducendo così il rischio di malattia paradontale

Contrariamente a molte dicerie popolari che sostengono che non è necessario lavare i  dentini ai nostri piccoli prima del cambio denti prima si inizia e meglio è … io personalmente inizio a massaggiare le gengive ai miei cuccioli appena i dentini spuntano, passo al dentifricio magari di sapore un po dolce verso le 6 settimane 2 o 3 volte a settimana e altre 2 o 3 volte pulisco i denti con delle apposite salviette che si trovano in commercio.

Lo spazzolino comincio a utilizzarlo a 3 mesi

E comunque resta sempre a descrizione del vostro veterinario valutare anche una pulizia profonda malgrado molti proprietari hanno paura per l anestesia è solo perché purtroppo non si rendono conto del male e dei problemi che il tartaro può provare ai nostri amati piccini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...