Soggetto da esposizione (Show Quality) e soggetto da compagnia (Pet Quality)

CUCCIOLI YORKSHIRE VENDITASempre più spesso mi imbatto in telefonate di “furbetti” che mi chiedono soggetti da compagnia ma poi …. Sai com’ mi piacerebbe farci una cucciolata …. Chi come me ha sposato il credo della SELEZIONE e l’amore per il miglioramento della razza non ama questi soggetti ambigui e promiscui. Per definire un cane da esposizione o riproduzione bisogna che il soggetto sia valutato non a  mesi ma almeno dopo i 7/8 mesi per capire se ha attitudini allo show e poi prima che questo venga riprodotto fare tutti i test necessari a livello congenito per escludere che il medesimo possa portare patologie ereditarie di cui sicuramente , non  affetto poichè non sintomatico ma potrebbe esserne portatore sano.

cucc (8)

Cedere un cucciolo a  3 mesi SIGNIFICA CEDERE UN CANE DA COMPAGNIA sano, non affetto da malattie virali in corso o patologie genetiche riscontrabili ma a questa tenera età sono solo cuccioli da compagnia e per la mia etica soggetti che devono vivere sui divani e sui letti non fare i riproduttori per caso di accoppiatori improvvisati!!!

Poi parlando di morfologia ed estetica ci sono piccoli difetti che nella selezione rigorosa e ad alto livello escludono il soggetto ma che in realtà non implicano nessun problema al cane da divano un esempio palese può essere un mantello molto scuro ( nero) o molto chiaro ( grigio), la coda non portata a bandiera o anche un incisivo mancante che a livello riproduttivo/espositivo   è un difetto da squalifica ma che non implica nessun problema nella salute del cane ….

14517434_10210878960198290_6053577959919610256_n

Il soggetto con predisposizione da show ha caratteristiche attitudinali e caratteriali  già a pochi mesi per questo io personalmente decido che questo è il soggetto che resterà con me sperando che, con il tempo e il lavoro, mantenga le attitudini alle esposizioni riscontrate e che, a tempo debito, abbia anche i canoni riproduttivi per poter contribuire alla mia passione : LA SELEZIONE!!! Lo Yorky non solo bello ma soprattutto sano e portatore di salute … Come diceva Sofia Loren “Vorrai bene a tanti ma l’amore Ninì l’amore è un’altra cosa” ci sono molti soggetti belli in fotografia molti video di cuccioli simpatici … ma l’amore per la razza e per i propri soggetti … è davvero un’altra cosa ….

L’amore per la razza mi porta a lottare con il cuore e a cedere soggetti anche adulti a buone famiglie … un allevatore amatoriale che vive con pochi soggetti da loro anche una qualità di vita eccellente chi ha allevamenti numerosi e sovraffollati non può umanamente dare al cane tutto ciò di cui necessita a livello sanitario e psicologico … l’amore per i miei cani mi ha fatto rinunciare alla venalità di cui godono molti allevatori blasonati e preferire solo buone famiglie e iperselezionate per i miei cuccioli .

CUCCIOLI YORKSHIRE

Le famiglie che condividono il mio amore e la mia passione, che non sono clienti ma amici, che si confrontano con me prima di qualunque scelta anche la più banale per il bene del proprio piccolo e che colgo l’occasione per ringraziare di cuore …. Lo farei ad uno ad uno ma non siete pochi ma tutti unici!!! GRAZIE!!!

Annunci

IL CUCCIOLO UNA SCELTA IMPORTANTE

L’acquisto di un cucciolo è una scelta importante tanto quanto la decisione per una donna di avere un figlio con la differenza essenziale che un bambino diventerà adulto e autonomo il cucciolo diventerà adulto ma mai del tutto autonomo dalla figura umana anzi sarà il vostro compagno di ita inseparabile per sempre.

Molte le valutazioni per la scelta della provenienza del cucciolo

Intanto non tutti coloro che si definiscono allevatori sono tali l’allevatore vero deve riprodurre solo soggetti sani, e non solo a parole,  ma dopo accurate verifiche zootecniche ( esposizioni di bellezza nazionali e internazionali ricnosciute ENCI , Ente Nazionale Cinofilia Italiana e FCI Federazione Cinofila internazionale di cui fanno parte svariati paesi , che hanno lo scopo, tramite gli esperti giudici di valutare la morfologia ovvero la parte esteriore del soggetto , LA TAGLIA, LA DENTATURA ,IL CARATTERE )  e sanitarie decidere se il soggetto è adatto o meno alla riproduzione .

La valutazione sanitaria del soggetto comprende non solo la classica patologia della razza quali necrosi asettica del femore e displsia della rotula ma anche cuore fegato pancreas occhi e aspetto mentale del riproduttore un cane timido o aggressivo non deve essere impiegato in riproduzione.

dsc_0211-1024x680

Esposizione Internazionale Asenovgrad ( video)

Cliccando sotto verrete collegati a dei video che hanno immortalato momenti della mia giornata

Gioco pomeridiano con adulti

 

 

Se volete acquistare un  cucciolo chiedete in primis all’allevatore quali verifiche sanitarie sono state attuate  ai genitori, ai nonni, ai bisnonni e così via e se queste verifiche sono state realmente certificate da veterinari non avranno nessun problema a mostrarveli durante la vostra visita per conoscere l’allevatore e il cucciolo.

Privilegiate gli amatori della razza che hanno realmente pochi soggetti e molta passione non chi usa le vi madri solo come “sforna cuccioli” il numeer delle cucciolate riprodotte da una femmina è verificabile tramite il sito dell’enci fatevi aiutare dall’allevatore stesso nella verifica se è onesto non aver problemi a mostrare un riscontro veritiero a ci che vi ha raccontato.

Un buon allevatore e amante non solo della razza ma dei propri cani non far mai partorire una femmina più di 2 o 3 volte proprio per il rispetto del benessere animale.

Certamente se pensate solo all’aspetto economico “devo spendere poco” sarà più facile imbattersi in  terribili fregature, un buon svezzamento , le visite, i vaccini, il chip e le pratiche enci hanno un costo coltre al tempo e agli spostamenti.

Un cucciolo nato da genitori sani e cresciuto in ambiente famigliare con la giusta socializzazione sarà un adulto sano ed equilibrato non timido nn aggressivo non pauroso.

 

Affidatevi sempre ad allevatori che veramente amano i loro amici a 4 zampe e che sono disposti a seguire e non solo a parole  il vostro percorso con il cucciolo per tutta la vita

Io personalmente penso che nessuno dei miei cuccioli esce davvero per sempre dalla mia vita anzi èè la loro nuoa famiglia che entra a far parte un po della mia per questo ad oggi dico a voce alta che ogni famiglia ha il diritto di scegliere un buon allevamento per avere un soggetto sano ma altrettanto un buona allevatore ha il diritto e il dovere di scegliere una buona famiglia per i suoi cuccioli

cuccioli yorkshire

ALIMENTAZIONE YORKSHIRE TERRIER

La fase più delicata per questo piccolo grande cane è sicuramente lo svezzamento, l’allevatore se ha eseguito la giusta prassi di svezzamento sia con gli alimenti giusti sia con le sverminazioni necessarie vi avrà consegnato un cucciolo sano, di buon appetito e che sporca in modo regolare .

DSC_0267 (999x1024)

Cuccioli inappetenti o con feci molli possono essere soggetti con parassiti intestinali e con uno svezzamento non appropriato che comprometterà se non si interviene in fretta la salute gastrointestinale del nostro piccolo per tutta la sua vita.

Premesso questo lo yorky, come tutti i suoi parenti a 4 zampe anche se di mole diversa, è golosissimo dei cibi da tavola che spesso però sono alquanto deleteri poiché non ben bilanciati, l’alimentazione per eccellenza rimane il cibo secco ma sempre di ottima qualità , quasi tutte le aziende produttrici di mangimi hanno linee Premium o SuperPremium che si contraddistinguono dai banali cibi da supermercato, i mangimi secchi (crocchette) sono  bilanciati e appositamente studiati per garantire un adeguato fabbisogno per crescere, svilupparsi e mantenere una perfetta forma per tutta la vita. Tale cibo va somministrato in base al peso e all’età sconsiglio vivamente cibi umidi costringendo il nostro yorky a masticare favoriremo anche la NON FORMAZIONE del tartaro unita ad una buona igene dentale.

Non è necessario prendere crocchette di dimenzioni microscopiche, ripeto, masticare fa solo bene al nostro piccolo amico.

I mangimi umidi, le scatolette, sono sempre più appetibili degli alimenti secchi ma hanno un contenuto di acqua maggiore perciò, per ottenere lo stesso livello nutrizionale dei secchi, vanno forniti in quantità maggiore, a volte anche doppia; l’elevato contenuto di acqua però può causare problemi gastrointestinali non indifferenti soprattutti a cai di ridotte dimensioni come lo yorky.

I cibi da evitare in assoluto sono:

ALIMENTI NO YORKY

Avanzi e scarti di cucina in particolare i conditi, gli speziati e i piccanti.

Ossa lunghe di piccoli animali (pollo, coniglio), carne di maiale, formaggi fermentati, farinacei (patate, piselli, fagioli e cavoli, in quanto provocano un’eccessiva fermentazione), dolciumi (biscotti, caramelle, cioccolato, gelati ecc.), frutta secca, pane fresco.
Cipolle e cavoli: contengono una sostanza (disolfuro di n-propile) che distrugge i globuli rossi circolanti, determinando così un’anemia, che può risultare in alcuni casi fatale.
Omogeneizzati per bambini: spesso negli omogeneizzati è presente la polvere di cipolla come aromatizzante, la cui minima quota può già essere responsabile dei danni a livello eritrocitario.

La cioccolata è pericolosissima, pensa che 3-4 etti possono persino uccidere un cucciolo. Devi sempre ricordare che l’apparato digerente del cane è diverso dal nostro e che taluni alimenti per lui sono come veleno.

NO CIOCCOLATA YORKY

Se vogliamo preparare il pasto del nostro cane in casa, esso dovrà contenere:
-proteine sotto forma di carne bianca o rossa,
-carboidrati di origine vegetale sotto forma di cereali, pane secco, pasta o riso.
– una piccola quota di verdure.

Le proteine della carne potranno essere sostituite una o due volte la settimana da quelle del pesce, delle uova o del formaggio magro. La preparazione di un pasto a base di carne (manzo, tacchino o pollo), riso o pasta ben cotti, verdure (carote e zucchine lessate), è sicuramente molto impegnativa per il proprietario, ma più apprezzata dal cane.

Carne: la carne è la base dell’alimentazione quotidiana del cane ma, pur essendo molto nutriente, deve essere integrata ad altri alimenti. La carne non deve essere completamente magra, meglio se contiene una percentuale di grasso. Va scottata in acqua bollente per qualche minuto; ai cuccioli e cuccioloni è preferibile tritarla, mentre per gli adulti è consigliato fornirla a pezzi più o meno grandi in funzione della taglia. Tra la carne, va evitata quella cruda di maiale per il rischio di pseudorabbia, un’encefalite letale provocata da un virus a cui l’uomo risulta immune

Pesce: è un ottimo alimento ma non deve mai essere servito crudo e, naturalmente deve essere completamente privo di lische. Il pesce, fornito una o due volte a settimana, è raccomandato soprattutto nell’alimentazione dei cuccioli ed in quella dei cani adulti durante il periodo estivo.

Ossa: per favorire la dentizione e la pulizia dei denti, è possibile ma non indispensabile mettere a disposizione delle ossa di bovino (manzo o vitello); da preferire le ossa grandi come quelle del ginocchio. Va considerato che leccare o rosocchiare l’osso, genera una forte salivazione perciò, in alcuni soggetti, potrebbe provocare inappetenza, in questo caso, meglio diradare o evitare.

Latte: è considerato un alimento completo ed è molto indicato per lo svezzamento dei cuccioli, o per i cuccioli già svezzati, in quanto ha un alto contenuto di calcio indispensabile alla crescita ed alla formazione scheletrica. Da adulto, tollera con difficoltà il lattosio, per cui la somministrazione di dosi importanti di latte potrebbe indurre la comparsa di diarrea

Formaggio del tipo magro da fornire una o due volte a settimana.

Uova: possono essere fornite crude o cotte non più di 2 volte alla settimana e mescolate agli altri alimenti; se cotte meglio levare l’albume. Possono essere utili durante la crescita, da adulti meglio farsi consigliare dal veterinario.

Cereali: sono una componente indispensabile del pasto casalingo infatti, sono ben digeribili e contengono molte proteine, vitamine, grassi e minerali. Ad ogni tipo di cereale va aggiunta la carne o le sue alternative.

Pasta e riso: vanno serviti ben cotti; se il riso viene fornito abitualmente, di tanto in tanto andrebbe lavato dopo la cottura per evitare un eccesso d’amido.

Cereali soffiati: facilmente digeribili, apportano molte calorie; non vanno cotti ma semplicemente serviti con aggiunta d’acqua fino a formare un composto rappreso e mai troppo liquido.

Pane: è indicato poichè contiene importanti principi nutritivi, stimola la salivazione e fortifica le gengive, ma deve essere somministrato almeno raffermo di un paio di giorni o addirittura biscottato al forno, in quanto solo così diventa più digeribile. Può sostituire i cerali soffiati ma è da evitare quando è fresco.

Verdura: meglio se cotta per renderla più digeribile e fornita in proporzione del 10-15 % del pasto; con l’ebollizione si perdono gran parte delle vitamine perciò, è consigliabile conservare l’acqua di cottura per eventualmente cuocere pasta o riso, o aggiungendola ai cereali soffiati. Sconsigliate in grandi quantità: spinaci, bietole, cicorie, lattughe. Da evitare completamente aglio e cipolla, dannosi per la digestione del cane.

Frutta: tutta la frutta di stagione quando è gradita al cane, in particolar modo la mela. Senza eccedere però, una piccola porzione in proporzione alla taglia.

Condimenti : meglio evitare condimenti. Al limite un goccio di olio extravergine d’oliva, meglio non mettere sale. Vietate le spezie.

Inoltre :
evitate di somministrare cibi freddi di frigo o troppo caldi.

Le quantità sono solitamenti in qyesta proporzioni di 30 gr di cibo per kilo di peso nella misura del 15% di carboidrati, il 10% di proteine e il 5% di vegetali.
Con il cibo casalingo l’igene orale deve essere quotidiana, se no rischieremo di rovinare la dentatura già delicata del nostro yorky in età anche troppo prematura
Il cucciolo, dopo lo svezzamento, deve mangiare 4 volte al giorno, dopodiché si potrai passare gradatamente a 3 e in seguito a 2 nell’età adulta. In quest’ultimo caso però consiglio che tra un pasto e l’altro trascorrano circa 8 ore, per consentirgli una più completa digestione; suggerisco di considerare un pasto come importante e principale mentre l’altro più leggero tanto per evitare l’insorgere dello stimolo della fame.

Tenete sempre sotto controllo il peso del vostro yorky e chiedete il parere del veterinario sullo stesso gravi stati di sovrappeso e spesso di obesità dovute ad una alimentazione errata rischiano di compromettere in modo, a volte, purtroppo irreversibile il sitema cardiocircolatorio e i renni del nostro pccplo yorky.

cucc (5)

LO YORKSHIRE TOY? NON ESISTE!!!!

La sua taglia è unica, lo standard non fissa l’altezza ma solo il peso 7 LIBRE INGLESI ovvero lo standard di razza dice che il suo peso massimo non vede superare i 3,175 kg. Chi è convinto che esistano più varietà di yorkie differenziate dall’altezza, nella maggior parte dei casi è finito nelle mani di commercianti con pochi scrupoli. Molte, troppe volte si in esposizione che semplicemente in giro per strada mi fermano persone che mi fanno tanti complimenti e poi mi dicono ” ma sa io volevo uno yorkshire toy” sfatiamo questa LEGGENDA. Lo yorkshire terrier è solo uno i cosidetti TOY come i MEDI sono cagnolini non conformi allo standard. Un allevatore serio e coscienzioso dovrebbe scartare il piccolo almeno quanto il grande, cani al di sotto dei 2kg sono semplicemente scherzi di madre natura non meraviglie preziose su cui speculare. Anch’io ho avuto 2 yorkshire molto piccoli ma NON MI SAREI MAI SOGNATA DI RIPRODURLI per 2 motivi: 1. Rispetto dello standard 2. Perchè cagnolini così piccoli rischiano di MORIRE DI PARTO Sono cani da compagnia che possono nascere più piccoli della media ma non sono nè rarità nè frutto di grandi selezioni. Nel ripsetto di chi ama e seleziona questa razza leggete accuratamente lo Standard e non fatevi imbrogliare da commercianti senza scrupoli

Ma i negozianti e i commercianti del “TOY” hanno fatto solo che un gran modo per accuulare soldi a discapito della salute di queste povere creature e dei sentimenti degli ingenui che li acquistano!!!

ALCUNE DELLE RAZZE CHE NON ESISTONO, MA CHE IN TANTI VENDONO:

Yorkshire nano, toy, pocket, teacup
Maltese nano
Chihuahua nano (!!!), chihuahua toy
Shih-tzu nano
Barbone pocket, barbone teacup (esistono invece come taglie riconosciute il barbone nano e il barbone toy)
Pinscher toy  (esiste invece, come razza riconosciuta, il pinscher nano)

Ecco un elenco delle patologie sempre più presenti in quei soggetti troppo piccoli, nati probabilmente da consanguineità troppo strette o incroci strani o meggio ancora rimasti di piccolissima taglia perchè non sono stati nè alimentati nè sverminati in maniera corretta :

– dentature deboli e incomplete (non c’è abbastanza spazio in bocca) e conseguenti problemi di alimentazione;
– occhi globosi, sporgenti, facilissimi ad infiammazioni e irritazioni e – per alcune razze – predisposti al distacco della retina;
– fontanella del cranio aperta anche nell’adulto, con conseguente estrema delicatezza del cranio stesso (in pratica il cane può morire cadendo da venti centimetri di altezza);
– soggetti idrocefali
– schiene ingobbite (cifosi);
– zampe corte e storte
– rachitismo
– lussazione della rotula
– patologie cardiache
– shunt epatici
– epilessia
YORKSHIRE TOY  Soggetto con evidenti segni di rachistismo

Cuccioli Yorkshire terrier

DSC_0578 (822x1024)DSC_0580 (818x1024)

Disponibili cuccioli yorkshire nati e cresciuti in casa, meraviglioso carattere , figli e nipoti di campioni di bellezza, selezionati pe morfol
gia e salute, sverminati, vaccinati con microchip e pedigree .

Genitori esenti da displasia della rotula. NO MIL SOLO CONTATTO TELEFONICO A NUMERI VISIBILI

telefonare al 3478556171